Inhalte anzeigen?
Datenschutzbestimmungen weichen ab
Inhalte anzeigen?
Datenschutzbestimmungen weichen ab
    Schriftgröße: normal groß größer
Deutsch Französisch Italienisch
 

Rignano sull’Arno

Dopo la stretta unione ufficiale della provincia di Firenze con il distrettto di Darmstadt-Dieburg alla fine del 2006 e un primo contatto del sindaco Grimm con il consigliere comunale di Rignano sull’Arno nel Novembre 2007, alla fiera del turismo “Touristica” a Darmstadt nel Febbraio 2008, le relazioni sono state ulteriormente intensificate.

 

Der Weg zur Verschwisterung

 

Nel settembre 2008 una delegazione di Gross-Zimmern ha visitato il comune di Rignano sull’Arno in Toscana, è stata ampiamente informata sulla cittadina e sul suo territorio e si è riscontrato interesse reciproco per stipulare un gemellaggio. Rignano sull’Arno conta circa 8.000 abitanti e si trova a 25 km da Firenze. Il comune si dedica principalmente all’agricoltura e al turismo. È noto per il suo vino e l’olivicoltura.

Dopo che una delegazione di Rignano sull’Arno, nel giugno 2008 ha visitato Gross-Zimmern, il gemellaggio tra i due comuni è diventato sempre più probabile ed è stato infine deciso nel dicembre 2008 dal consiglio comunale di Gross-Zimmern.

La festa ufficiale del patto di gemellaggio ha avuto luogo Sabato 20 Giugno 2009 nella sala polivalente a Gross-Zimmern. Dopodiché è stata inaugurata la”Fiera delle associazioni” dal sindaco di Rignano sull’Arno, la signora Gianna Magherini, con la spillatura della botte di birra nel parco “Grüne Mitte”.

 

 

Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung
     
Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung

 

Sabato 24.04.2010 si è celebrata la cerimonia ufficiale del gemellaggio a Rignano sull’Arno. In questa occasione, una delegazione della città di Gross-Zimmern è stata invitata dal comune di Rignano sull’Arno. L’evento si è svolto in mattinata sulla Piazza della Repubblica di fronte al municipio. Nel pomeriggio c’è stata una visita alla protezione civile locale con in programma una simulazione.


Domenica 25/04/2010, si è fatta la visita al monastero di Vallombrosa nei pressi di Reggello. Poi si sono visitati i locali dell’associazione “La Formica” con l’illustrazione del lavoro  svolto dall’istituzione di beneficenza. L’organizzazione lavora a stretto contatto con una missione in Bolivia, raccoglie articoli usati per la rivendita a terzi bisognosi e offre tra l’altro sponsorizzazioni. Nel pomeriggio, è stata fatta la visita del museo del Bargello a Firenze. Lunedì 26.04.2010 la delegazione di Gross-Zimmern è stata congedata con un ricevimento ufficiale in Municipio dal sindaco Magherini.

 

Der Weg zur Verschwisterung

 

Nel corso della visita a Rignano sull’Arno, sono stati approfonditi i contatti già esistenti, è stato concordato che in futuro si terrà anche uno scambio con i gruppi scolastici e le associazioni sportive.

 

Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung
     
Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung Der Weg zur Verschwisterung

 

 

Stato: Italia
Regione: Toscana
Provincia: Firenze (FI)
Altitudine: 118 m. s.l.m.
Superficie: 54,21 km²
Abitanti: 8.669 (31 dic. 2009)[1]
Densità di popolazione: 160 abitanti/km²
CAP: 50067
Prefisso: 055

 


Rignano sull’Arno è un comune con 8.669 abitanti (al 31 Dicembre 2009) in provincia di Firenze nella regione Toscana, in Italia.

La città si estende per circa 54 km² e ha una densità di popolazione di 157 abitanti/km². Si trova a 25 km a sud est di Firenze sull’Arno. Le frazioni sono Bombone, Cellai, Le Corti, Le Valli, Pian dell’Isola, Rosano, Salceto, San Donato in Collina, San Martino, San Pietro, Santa Maria, Sarnese,Torri,Troghi e Volognano. I comuni confinanti sono Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Incisa in Val d’Arno, Pelago, Pontassieve e Reggello.

Rignano sull’Arno Rignano sull’Arno Rignano sull’Arno

 

 

Storia
La prima citazione del luogo risale all’ XI secolo e fu nominato fino al 1773 Ponte a Rignano. La Pieve di San Leolino fu costruita nel 1066 e nelle sue vicinanze c’era l’antico castello. Nel 1129 il paese entrò a far parte della Contea di Firenze. Altri documenti citano la distruzione del ponte, costruito intorno al 1300, a causa della piena dell’Arno del 1422 e del 1459. Con il decreto del Granduca di Toscana Leopoldo II, del 13 Febbraio 1773 è stato dato il nome al posto e le parrocchie e circoscrizioni sono state riprese da Pontassieve. Il 4 Novembre 1966 la città è stata colpita nuovamente dalle inondazioni.